Cerca

I Sentieri dei Piccoli Camminatori: "Il lago d'erba della Val Lomasone"

Una passeggiata veramente turistica e pianeggiante per tutti i tipi di gambe. La strada è asfaltata e passa nella campagna, al limitare del bosco.


La Val Lomasone (in diletto Lomesón) si prolunga per circa 6 km a sud della “Piana del Lomaso” (conosciuta per le ottime patate a Km0), è circondata dal Monte Brento (propagazione meridionale del Monte Casale) a est e del Monte Misone a ovest. Sulle pendici di questi monti spiccano grotte carsiche e coni di detriti di falda. La valle è di origine glaciale ed è percorsa dal Torrente Dal, noto per i suoi meandri. E' una meta particolarmente ambita per rilassarsi e fare un po’ di sport nella natura.

Gli appassionati di ornitologia ne apprezzano la presenza di numerose specie di uccelli acquatici, mentre gli amanti dell’arrampicata trovano vie attrezzate di diversi gradi di difficoltà, perfette in primavera e autunno, ma fruibili anche in estate perché, esposte ad Ovest, il sole arriva sulla parete solo nel primo pomeriggio.

Il sentiero circonda il vero e proprio Biotopo: la Torbiera Lomasona, un “lago d’erba” nato da un antico specchio d’acqua libera e interrotto da canaletti e pozze. La Torbiera è una riserva naturale provinciale, cioè un habitat particolare e protetto dove abitano diversi tipi di anfibi e uccelli di canna e di palude.

Il periodo consigliato è ampio, da marzo a novembre è possibile percorrere tutta la Val Lomasone senza alcun problema.

I Sentieri per Piccoli Camminatori sono sei. Sono per bambini curiosi, con tanta voglia di scoprire l’ambiente, di osservare e imparare dalla natura.

Lo scrittore Stefano Bordiglioni, famoso autore di libri per ragazzi, ha composto un racconto per ognuno.

"C’è una volta… il grillo parlante della Val Lomasone, il pifferaio magico del biotopo di Fiavé, la strega di Balbido, i tre porcellini del lago di Nembia, l’artista Bascher di BoscoArteStenico, Capitan Piccinino del Castello di Tenno…"

Lungo il sentiero si possono trovare le tracce lasciate dai protagonisti del racconto. Il percorso è segnalato con vari cartelli in legno. E non solo, all'ufficio turistico di Ponte Arche si può comprare il libro con tutte le storie e tanti bei disegni!

Sono percorsi facili e divertenti, da esplorare in famiglia, in cui far volare libera la fantasia; un’occasione per vivere, insieme ai bambini, la natura con occhi da fiaba.